17845352944805241.jpg

Maggiori informazioni su di me

Mi presento

Prima di essere dietista, sono innanzitutto Gaia. Credo fermamente che la persona in quanto tale non debba definirsi solo e soltanto in base alla sua professione. Per troppo tempo l'ho fatto e sono arrivata ad annullarmi, a non riconoscermi, a non sapere più chi fossi una volta tolto il camice bianco e spogliata dai panni di dietista che sentivo di dover essere: nutrizionalmente e fisicamente perfetta. Ma questo ruolo ora mi sta stretto. Ecco perché sono Gaia, prima di essere dietista.
Sono Gaia e amo il gelato, la pasta olio e parmigiano e le crocchette di patate (preparate rigorosamente dalla nonna).
Sono compratrice compulsiva di scarpe, non esco mai di casa senza rossetto e niente mi tranquillizza più di mettere le mani in pasta e sfornare qualcosa di buono.
Amo i libri di Harry Potter, i gatti neri, il tè alla cannella. e la sabbia bagnata tra le dita.
Odio la cultura della dieta, i Wasa, la parola "sgarro", la carota cruda data da sgranocchiare per ingannare la fame (che tra l'altro, non è così stupida e non si lascia ingannare tanto facilmente) e i rivenditori di prodotti detox antigrasso anticellulite antiqualsiasicosa.
In bocca ad una dietista questo discorso sembra quasi stonare, per questo ti invito a dare un'occhiata alla sezione "La mia filosofia" per capire meglio il mio modo di vedere la dieta e quindi di lavorare.